Da UNCEM il documento “Programmare lo sviluppo locale in Appennino” dedicato alle Aree interne

È stato inviato al presidente Stefano Bonaccini e ai componenti della Giunta regionale, ai dirigenti della Regione Emilia-Romagna, ai presidenti delle Unioni montane, ai sindaci dei Comuni montani, nonché al presidente dell’UNCEM nazionale, Marco Bussone, il documento, redatto da Giampiero Lupatelli, che costituisce il contributo di UNCEM Emilia-Romagna alla formazione delle Strategie territoriali per le Aree interne e montane della regione Emilia-Romagna.

Si tratta di un documento di una decina di pagine dedicato appunto alla Strategia Nazionale delle Aree Interne (SNAI), fin dalla stagione di avvio in forma sperimentale, in concomitanza con la programmazione europea 2014-2020, che aveva individuato quattro aree nell’Emilia-Romagna (l’Appennino Piacentino e Parmense occidentale, l’Appennino Reggiano, il Delta del Po e l’Alta Val Marecchia), le quali presentano oggi un panorama piuttosto articolato a livello di definizione e di avanzamento dell’attuazione. Perciò il documento ritiene necessario che la seconda stagione della SNAI segni il passaggio da una fase di sperimentazione ad una più compiuta maturità della quale la semplificazione procedurale costituisce una parte non secondaria.
Il documento analizza poi le “condizioni in campo” in vista della nuova programmazione 2021-2027 e come la Regione, nel Documento Strategico Regionale (DSR), tracci già una geografia regionale delle “fragilità territoriali”, prestando forte attenzione ai temi della coesione territoriale. Nell’analisi compare anche la nuova zonizzazione SNAI proposta dall’Agenzia per la Coesione, basata sulla nuova classificazione dei Comuni italiani in “Centri” e “Aree Interne”. Viene poi affrontato il tema del requisito associativo della SNAI, che in una regione come l’Emilia-Romagna all’avanguardia nello sviluppo dei processi associativi, viene visto come un punto di forza della Strategia, proponendo le forme associative in essere come il primo e naturale riferimento per il suo sviluppo.
L’UNCEM Emilia-Romagna ha dunque cercato di mettere a punto con questo documento un quadro di riferimento programmatico entro il quale intende esercitare, con una adeguata azione associativa, una funzione di accompagnamento del prossimo impegno degli Enti locali montani, ponendo all’attenzione della Regione i temi della conferma di una programmazione concertata dall’esperienza maturata nella SNAI e delle condizioni di governance del processo. Quest’ultima, in particolare, deve fare riferimento alla intercomunalità rappresentata dalla Unione dei Comuni, le quali sono state già protagonisti importanti della governance locale della prima stagione SNAI e non possono che essere il riferimento prioritario per avviare la seconda stagione su una scala più ampia.

Image

UNCEM EMILIA-ROMAGNA
Via Innocenzo Malvasia, 6 - scala B - 7° piano
40131 Bologna Italia
Tel: +39 051 649.49.64  Fax: +39 051 649.43.21

segreteria@uncem.emilia-romagna.it
segreteria@pec.uncem.emilia-romagna.it 

Orario Uffici:
Dal lunedi al giovedi dalle ore 9:00 alle ore 16:00
Venerdi: dalle ore 9:00 alle ore 14:00

Sondaggio

Cosa ne pensate del nuovo Regolamento Forestale Regionale