Disposta l’attivazione della fase di attenzione per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale

Con la firma di Maurizio Mainetti, direttore dell’Agenzia regionale di Protezione Civile, la Regione Emilia-Romagna ha disposto l’attivazione della fase di attenzione per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale, come previsto dal Piano regionale di cui alla Deliberazione di Giunta regionale n. 1172/2017 e come condiviso dai vari Enti interessati negli incontri avvenuti nelle scorse settimane.

L’attivazione della fase di attenzione per gli incendi boschivi decorre dal 30 giugno e andrà avanti sino al prossimo 30 settembre, in base anche all’andamento delle condizioni meteo climatiche. I Servizi territoriali dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile provvederanno ad informare direttamente i Comuni e le Unione dei Comuni afferenti al territorio di loro competenza, invitandoli, secondo quanto disposto dalla Legge regionale n. 13/2015, ad attivare sul territorio le opportune azioni in materia di prevenzione ed informazione sui fattori di rischio per gli incendi boschivi, anche mediante interventi mirati alla salvaguardia del patrimonio boschivo ed alla manutenzione delle aree limitrofe.
Il presidente dell’UNCEM, Giovanni Battista Pasini, partecipando alla riunione convocata dall’Agenzia regionale per la Protezione civile, oltre a condividere i contenuti e l’opportunità della tempestiva emanazione del “provvedimento di attenzione”, ha sottolineato l’ottimo lavoro svolto dagli organi istituzionali preposti, quali i Vigili del Fuoco, i Carabinieri Forestali e tutta l’organizzazione della Protezione Civile. Pasini ha posto poi l’esigenza di promuovere una campagna di informazione e di sensibilizzazione verso i cittadini e i turisti che frequentano il nostro Appennino, volta prevenire qualsiasi possibile pericolo di incendi: «Comportamenti rispettosi delle regole e dell’ambiente - ha detto il presidente - sono il più importante fattore di prevenzione ed è altresì importante che vi sia un’attenta vigilanza e una tempestiva segnalazione anche da parte dei cittadini degli eventuali avvistamenti di incendi».