Riduzione Irap per le imprese dell’Appennino: termine per le richieste prorogato al 31 dicembre

Ci sarà più tempo per richiedere la riduzione dell’Irap per le aziende, i commercianti, gli artigiani, i professionisti ed i lavoratori autonomi dei circa 100 comuni montani individuati dal bando pubblicato dalla Regione Emilia-Romagna. La scadenza per le richieste,

prevista inizialmente per il 2 dicembre, è stata infatti prorogata al prossimo 31 dicembre.
Le richieste arrivate finora in Regione sono oltre 6.000, di cui 329 da parte di imprese di nuova costituzione, che vedranno completamente azzerata la tassa. Il bando infatti prevede la riduzione dell’Irap alle imprese e l’azzeramento per quelle nuove e per le startup. Il contributo previsto nel bando riguarda tre anni di competenza Irap: 2019, 2020 e 2021 e sarà assegnato come “credito d’imposta”, in accordo con l’Agenzia delle Entrate. La Regione ha stanziato 12 milioni di euro l’anno per il triennio in questione, per un totale di 36 milioni di euro.
Attualmente, le disposizioni nazionali non permettono alla Regione di ridurre direttamente e semplicemente le aliquote dell’imposta. Per questo, volendo assicurare un equivalente beneficio alle aziende, la Regione ha deciso di attivare un sistema di “rimborso” della stessa: in particolare, con apposita Legge regionale, è previsto un contributo pari al 100% del valore dell’imposta lorda dovuta nel 2017 fino a 1.000 euro, al 50% per gli importi maggiori di 1.000 euro, fino ad un massimo di 5.000 euro. Le nuove imprese, insediate a partire dal 1° gennaio 2018, potranno godere di una esenzione totale fino ad un massimo di 3.000 euro l’anno di imposta dovuta, per tre anni. Con un’unica domanda si accederà direttamente al beneficio per i tre anni individuati.
Informazioni e dettagli online sul portale dedicato www.bandoirap.it.