Rimandati all’autunno i corsi e le attività 2020 di “Pane e Internet” per la competenza digitale dei cittadini nei comuni montani

Si è svolto qualche settimana fa in Regione l’incontro dedicato alle attività di formazione, alfabetizzazione e promozione della competenza digitale dei cittadini nei Comuni montani attraverso il progetto “Pane e Internet: cittadini 100% digitali” della Regione Emilia-Romagna.

All’incontro, rivolto a sindaci e presidenti delle Unioni montane, era presente la referente regionale del progetto, Grazia Guermandi, che ha presentato le ipotesi di lavoro per il territorio che si concretizzano, per l’anno in corso, nell’offerta di 50 corsi di alfabetizzazione digitale e di 20 eventi di cultura digitale da realizzare prevalentemente presso le scuole per sensibilizzare i giovani ed i genitori ad un uso consapevole della rete.
A questa offerta di corsi ed eventi potrà sommarsi quella di eventi di formazione-informazione sui servizi online da realizzare in collaborazione con Lepida, con la Direzione regionale di INPS e dell’Agenzia delle Entrate ed eventualmente anche con i Comuni sedi delle attività. Questi ultimi fungeranno da punti di riferimento per tutto il territorio delle Unioni e saranno scelti in base alla disponibilità di almeno un’aula attrezzata per lo svolgimento dei corsi di alfabetizzazione digitale con 10/12 PC (da valutare anche gli istituti scolastici presenti) e di una sede per la realizzazione di corsi di alfabetizzazione sull’uso dello smartphone con la possibilità di utilizzare un WI-Fi per la connessione dei dispositivi degli utenti (da valutare anche le sedi di Biblioteche pubbliche, centri di aggregazione, ecc.).
Ai fini di una più agevole realizzazione dei corsi nei territori di montagna, è prevista anche la partecipazione di docenti locali, scelti fra soggetti con diploma o laurea e con almeno un anno di esperienza nell’insegnamento di corsi per adulti, le cui candidature devono essere inviate a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. I docenti selezionati saranno poi opportunamente formati dalla Regione alle attività da svolgere.
Nell’illustrare le finalità del progetto “Pane e Internet” per i territori di montagna, il presidente dell’UNCEM Emilia-Romagna, Giovanni Battista Pasini, ha posto in evidenza il fatto che esso dà risposta ai bisogni dei cittadini di avvicinarsi al digitale quale strumento di inclusione e, al tempo stesso, fornisce la possibilità di accedere ad alcuni importanti servizi pubblici come, ad esempio, il Fascicolo Sanitario Elettronico.
Nell’incontro era stata programmata una tempistica che prevedeva le adesioni dei territori entro il mese di febbraio con la conseguente redazione di un piano di lavoro per la montagna entro il mese di marzo. Purtroppo il verificarsi improvviso dell’emergenza sanitaria legata al virus Covid-19 fa saltare le attività previste nei mesi di aprile, maggio e giugno; di conseguenza, la pianificazione delle attività 2020 di “Pane e Internet” è rimandata all’autunnoprossimo. Per tenersi informati sugli sviluppi, si può consultare il sito regionale: https://www.paneeinternet.it/public/corsi-eventi.
«Il delicato momento che stiamo attraversando - dice il presidente UNCEM Pasini – con l’obbligo per tutti di restare in casa, ci fa capire ancora di più quanto sia importante la digitalizzazione dei territori e ci conferma la validità del progetto formativo e di alfabetizzazione di “Pane e Internet”».