Uncem e Lepida fanno il punto sullo stato di avanzamento dei lavori per la connessione in banda ultra larga delle zone montane

Un recente incontro di aggiornamento svoltosi in videoconferenza, organizzato dall’UNCEM regionale insieme a Lepida spa, con ospiti le nuove assessore regionali Barbara Lori (montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità) e Paola Salomoni (scuola, università, ricerca, agenda digitale), ha permesso di fare il punto

sullo stato di avanzamento dei lavori per la connessione a banda ultralarga in Emilia-Romagna, coordinati dalla stessa Lepida, la società “in house” della Regione, presente all’incontro con il presidente Alfredo Peri e il direttore Gianluca Mazzini.
Quest’ultimo ha fornito ai partecipanti al webinar l’illustrazione dello stato degli interventi.
Allo stato attuale i progetti esecutivi consegnati sono ben 445 in fibra e 339 in FWA (Fixed Wireless Access, una tecnologia di connessione fissa complementare alla fibra), mentre quelli approvati sono 631 in fibra e 473 in FWA.
Quanto ai cantieri, si registrano 245 cantieri in fibra (di cui 215 aperti) incaricati da Infratel al concessionario, mentre sono 163 i cantieri in radio (di cui 158 aperti) incaricati da Infratel al concessionario. Ci sono poi 31 cantieri in fibra (rete secondaria) con Certificato di ultimazione lavori, di cui 5 con collaudo positivo (due in comuni montani: Borgo Tossignano e Fontanelice), altri 10 in fase di collaudo (tre in comuni montani: Vetto, Casalfiumanese e Talamello) e altri 3 prossimi al collaudo (di cui uno in un comune montano: Montecreto).
Riguardo alle dorsali ve ne sono ben 200 ultimate, di cui 70 in zone montane. In Emilia-Romagna il piano Banda Ultra Larga (BUL) coinvolge 336 comuni sui 340 presenti in regione al 2014. La disponibilità del servizio BUL per imprese e cittadini al momento riguarda i 5 comuni con collaudo già completato con esito positivo summenzionati, più altri comuni in fase sperimentale fino alla fine di luglio 2020.
Sul nuovo sito del Piano Banda Ultra Larga https://bandaultralarga.italia.it/mappa/?entity=8 è possibile vedere aggiornato in tempo reale lo stato di avanzamento dei lavori del Piano BUL comune per comune.
Un’ultima annotazione riguarda i tralicci posati finora in montagna per la telefonia mobile, che sono quelli di Vezzolacca di Vernasca (PC) già in via di attivazione, Codorso di Tornolo (PR), Tagliole di Pievepelago (MO), Piozzano (PC) e, in ultimazione, Casine di Sestola (MO).