L’Unione dell’Appennino Bolognese e i Comuni insieme per l’accoglienza lungo la Via degli Dei

Sono ogni giorno più numerosi gli appassionati di trekking, gli sportivi e i semplici camminatori che durante le festività e i giorni liberi dagli impegni lavorativi attraversano la Via degli Dei, un percorso escursionistico che interessa i comuni montani bolognesi di Monzuno e San Benedetto Val di Sambro.

Un trend di crescita che lascia ben sperare per la stagione estiva e che non può non animare le iniziative degli Amministratori locali per accogliere e trattenere i visitatori sui loro territori.
A Monzuno, per esempio, la fantasia e l’entusiasmo di Amministratori e Associazioni ha dato vita ad una vera e propria “nuova tradizione”: quella di far lasciare tutti i turisti giunti nella piazza del paese “un segno del loro passaggio” con tanto di invito scritto su un ceppo appositamente collocato.
Sempre a Monzuno, ma sulla strada che conduce a San Benedetto Val di Sambro, l’acqua fresca di una fontana appena realizzata accanto alla Baita degli Alpini disseterà e darà sollievo ai camminatori che, nonostante il caldo, avranno voglia di passare qualche momento all’aria aperta e a contatto con la natura.
Il comune di San Benedetto Val di Sambro e l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese si spingono oltre, con la promozione di un progetto per costruire un prodotto turistico che insieme alla Via degli Dei tenga presente tutti gli itinerari del territorio con il coinvolgimento anche delle attività commerciali del posto.
Nel tratto che va dal monte Galletto a Madonna dei Fornelli è in programma la realizzazione di aree attrezzate con sedute, tavolini e bacheche informative bilingue, grazie alla collaborazione dell’operatore nel settore dell’energia rinnovabile E2ì che gestisce l’impianto eolico del monte Galletto. Sempre a Madonna di Fornelli il sindaco di San Benedetto, Alessandro Santoni, si sta mobilitando per mettere in sicurezza e sistemare le strade provinciali 60 e 79, passaggio obbligato per i frequentatori.