Un nuovo varco antivirus per le scuole e gli uffici pubblici dell’Unione del Frignano

Dopo un periodo di prova con ottimi risultati presso alcune scuole del territorio dell’Unione dei Comuni del Frignano, in provincia di Modena, ora l’Unione dei Comuni montani del Frignano ne ha commissionato una prima fornitura di pezzi che saranno assegnati in comodato d’uso gratuito ai municipi.

Si tratta del “varco FIV (fuori il virus)”, uno strumento realizzato dalla ditta Vaccari&Bosi di Pievepelago (azienda montana leader nella produzione di componenti per vetture di alta gamma) che serve a monitorare e mantenere alta l’attenzione e la sensibilità al rispetto delle regole di comportamento anti-Covid. In pratica, il varco, piazzato agli ingressi di scuole e uffici pubblici, in pochi istanti controlla la temperatura corporea, effettua l’igienizzazione delle mani e la sanificazione delle scarpe e verifica che la mascherina sia correttamente indossata da parte dell’utente intenzionato ad entrare. Se rileva la mancata osservanza anche di una sola di queste regole, FIV non consente l’accesso all’ambiente presidiato.
«Come presidente dell’Unione - dice Giovanni Battista Pasini - nel pieno della pandemia ho valutato di grande utilità questo strumento per fare i controlli di prevenzione alla diffusione del virus. Ho proposto la cosa ai sindaci del territorio in seno alla Giunta dell’Unione ed è stata subito accolta con entusiasmo».
Come ha scritto il presidente della ditta fornitrice, Paolo Bosi, “il FIV è uno strumento che agisce come un pubblico ufficiale che fa applicare la legge”. In più, il FIV non è solo un varco di sicurezza, ma è anche uno strumento di accreditamento e di controllo degli accessi, essendo in grado di monitorare le presenze all’interno di un ambiente e garantire che non venga superato il limite di accessi consentiti; può funzionare come sistema di gestione ingressi del personale o dei visitatori e, non ultimo, può gestire un processo vaccinale sin dall’arrivo dell’utente nella struttura per poi passare alla fase di accettazione e di vaccinazione vera e propria, monitorando i tempi di attesa post-iniezione e rilasciando un attestato di avvenuta vaccinazione.